Android Pie inizia ad affacciarsi anche su Redmi 6 e 6A, ma non cantate troppo vittoria

Edoardo Carlo Ceretti Si tratta infatti di build alpha, ovvero ad uno stadio iniziale dello sviluppo e non è nemmeno assicurato che avrà un seguito, date le premesse.

Redmi 6 e Redmi 6A sono stati gli smartphone ultra economici con cui Xiaomi ha monopolizzato la fascia di prezzo attorno ai 100€ nel corso del 2018, sono dunque tanti gli utenti che ne possiedono uno, anche in Italia. Lanciati sul mercato con Android Oreo, in pochi osavano sperare che l’aggiornamento a Pie sarebbe mai arrivato e, poco più di un mese fa, il produttore cinese sembrava aver chiuso definitivamente la porta. Ora però, si è aperto più di uno spiraglio.

Xiaomi ha infatti pubblicato le prime build basate su Android Pie proprio per Redmi 6 e Redmi 6A, ma occorre frenare subito l’entusiasmo. Si tratta infatti di firmware alpha, dunque allo stadio primordiale di sviluppo, instabili e pieni di bug. Inoltre, dato che Xiaomi stessa aveva escluso di aggiornare i due smartphone, non c’è nemmeno certezza che lo sviluppo procederà spedito e che arriverà a compimento, prima o poi.

LEGGI ANCHE: Redmi Note 7, la recensione

In ogni caso, una build alpha è meglio di non averne nessuna, anche soltanto per lasciare accesa la speranza che, piano piano, l’aggiornamento ad Android Pie possa farsi strada e approdare sul ramo stabile della MIUI 10 per Redmi 6 e Redmi 6A. Nel frattempo, i più temerari ed esperti se vogliono possono scaricare dai link qui sotto e installare i nuovi firmware, tramite ADB o il tool Mi Flash.

Via: XDA Developers