Huawei ancora sotto le forche caudine di Google: Mate X e P30 Pro rimossi dal sito di Android (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Continuano a manifestarsi sotto le più svariate forme le conseguenze della messa al bando di Huawei da parte del governo degli Stati Uniti, nonostante la proroga di 90 giorni concessa al produttore cinese. A Google in particolare, è spettato l’ingrato compito di sferzare l’antico partner, revocandone la licenza per Play Store e Play Services su Android. Ma non è finita qui.

A riprova del fatto che la situazione sia seria e molto intricata, Google ha deciso di rimuovere dal sito ufficiale di Android i riferimenti agli smartphone Huawei. Sul sito infatti, Big G è solita mettere in risalto quei dispositivi considerati fiore all’occhiello del robottino verde, capaci di distinguersi per portata innovativa e prestazioni. Mate X e P30 Pro rispondono perfettamente a questo identikit, ma da oggi non più.

LEGGI ANCHE: Google rimuove Huawei Mate 20 Pro dalla beta di Android Q

Se infatti fino a ieri Mate X e P30 Pro campeggiavano rispettivamente nella lista degli smartphone 5G e di quelli caratterizzati da qualità fotografiche sopra la media, oggi le loro sagome sono svanite nel nulla, ennesimo strascico del braccio di ferro fra USA e Cina, che vede proprio in Huawei la vittima più illustre. La speranza, soprattutto per i milioni di utenti Huawei sparsi nel mondo, è che un accordo possa essere alla fine trovato, scongiurando ripercussioni catastrofiche.

Immagini sito Android fino a ieri

Immagini sito Android oggi

Via: 9to5 GoogleFonte: Android