Il Digital Wellbeing si fa anche su browser: ecco un paio di novità in arrivo (foto)

Matteo Bottin

Digital Wellbeing è uno strumento made in Google che monitora il tempo che spendiamo ad usare il nostro smartphone. Con uno dei prossimi aggiornamenti, questo strumento potrebbe diventare ancora più potente.

All’interno della versione 1.0.248340775 dell’app (in beta) sono state trovate delle stringhe di codice molto interessanti che riguardano il tempo che usiamo a navigare tramite browser web. Le voci principali sono due, ovvero “Utilizzo dei dati dei siti” (“Site usage data“) e “Timer dei siti” (“Site timer“).

I nomi spiegano molto bene le funzioni che andranno a mostrare: il primo permette di vedere i siti visitati e relative informazioni (tempo di schermo attivo, notifiche ricevute, numero di aperture, ecc), mentre il secondo fornisce degli strumenti (come, appunto, un timer) per limitare il nostro utilizzo del browser (o di singoli siti nel browser).

LEGGI ANCHE: Recensione OnePlus Bullets Wireless 2

Queste novità potrebbero essere legate a Android Q e probabilmente non le vedremo a breve sui nostri smartphone. Credete che siano aggiunte rilevanti?

Via: 9to5Google