Con il nuovo SoC Samsung per la serie Galaxy A potrete girare in 4K 60 fps, scattare foto bokeh e sfruttare reti neurali (foto)

Roberto Artigiani

Samsung ha presentato il nuovo processore di fascia media chiamato Exynos 9609. Il chip in questione dovrebbe ragionevolmente essere destinato ad equipaggiare i prossimi modelli della serie Galaxy A. Tuttavia curiosamente il primo dispositivo in cui possiamo trovarlo è l’appena presentato Moto One Vision di Motorola. Come potranno notare gli esperti, si tratta di un SoC che si situa un passo indietro rispetto a Exynos 9610.

Il nuovo processore è stato realizzato con tecnologia FinFET a 10 nm e possiede otto core così organizzati: 4 Cortex A73 da 2,2 GHz ad alte performance e 4 Cortex A53 da 1,66 GHz a basse performance. La GPU incorporata è una ARM Mali -G72 MP3. Come dicevamo già nel titolo il chip è equipaggiato con un motore per le reti neurali che gli permette di riconoscere le immagini attraverso meccanismi di apprendimento profondo (deep learning) e supporta anche la tecnologia di percezione della profondità. Si tratta di una soluzione che permette di ottenere l’effetto bokeh anche nelle foto scattate con una singola fotocamera.

LEGGI ANCHE: Ecco il nuovo top di gamma Asus ZenFone 6

Stando ai dati ufficiali Exynos 9609 supporta fino a due sensori fotografici da 16 + 16 MP o uin sensore singolo fino a 24 MP. Per quanto riguarda le riprese invece supporta la registrazione fino alla qualità massima di 4K con 60 fps. Completano la scheda tecnica il supporto a Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 5.0, GPS, Glonass, Beidou, Galileo e altri sistemi di geolocalizzazione. Sul versante della memoria invece il processore gestisce memorie RAM LPDDR4 insieme alle LPDDR4x.

Via: GizChina
Exynos