Samsung Pay tocca i 14 milioni di utenti nel mondo, ma è soprattutto profeta in patria

Edoardo Carlo Ceretti

In Italia, i pagamenti tramite smartphone dotati di sensore NFC sono stati definitivamente sdoganati nei mesi scorsi, grazie all’approdo dalle nostre parti di Google Pay, ma non si può certo dire che Big G abbia inventato qualcosa di nuovo. Da ben più tempo infatti, anche gli utenti italiani potevano affidarsi ad Apple Pay e Samsung Pay, servizi circoscritti rispettivamente ai dispositivi iPhone e Galaxy. Proprio il sistema di pagamento NFC di Samsung continua ad essere apprezzato dai fan del gigante coreano, come dimostra il numero di utenti che lo utilizzano nel mondo.

Samsung Pay è infatti utilizzato ogni mese 14 milioni di utenti, da ben 25 Paesi del mondo. Tuttavia, il mercato privilegiato dal servizio rimane quello sudcoreano, patria di Samsung. L’80% delle transazioni effettuate con Samsung Pay infatti, avvengono proprio in Corea del Sud e, nel corso del mese di aprile appena concluso, il giro di affari complessivo ha superato i 40 miliardi di won (circa 30 milioni di euro), il 25% dei quali per transazioni online.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy A50, la recensione

Per continuare a contrastare l’ascesa di Google Pay e il consolidamento di Apple Pay, Samsung sta spingendo molto sul suo servizio di pagamenti mobile, stringendo nuovi accordi con banche di tutto il mondo e pianificando di offrire un nuovo servizio integrato di conversione di valute, per le 15 più diffuse al mondo, fra cui ovviamente non mancheranno il dollaro e l’euro.

Via: GSM ArenaFonte: Pulse News