Con un Pixel e Android Q potreste essere un po’ più sicuri in auto (nel caso faceste un incidente) (foto)

Matteo Bottin

Google sta puntando molto alla salute dei suoi clienti: dopo il Digital Wellbeing introdotto con Android Pie, ecco che nella prossima versione del robottino verde potremmo trovare una nuova forma di sicurezza, questa volta forse esclusiva degli smartphone Pixel.

All’interno della Beta 3 di Android Q troviamo una inedita app targata Google chiamata “Safety Hub” (il pacchetto è com.google.android.apps.safetyhub), il cui funzionamento è ad uso esclusivo dei Pixel, visto che nel suo Manifesto si trova la stringa che richiede la presenza della PIXEL_EXPERIENCE.

Scavando in questa app, si trovano delle stringhe molto interessanti: a quanto pare Google starebbe lavorando ad un sistema di rilevamento automatico degli incidenti stradali (tra queste citiamo car_crash_alert_icon_description e Welcome to the car crash detection). Le potete trovare tutte nell’articolo dettagliato di XDA.

Non solo, ma si trovano anche due icone (molto autoesplicative), le quali possono essere trovate a fine articolo. Purtroppo non è chiaro come Google sarà in grado di identificare un incidente, date le variabili in gioco.

Non è nemmeno chiaro cosa potrebbe accadere al rilevamento di un incidente, ma questo è più facile da ipotizzare: potrebbe partire una chiamata automatica ad un contatto di emergenza.

L’unica cosa che fa storcere un po’ il naso è l’esclusività per i Pixel: si parla comunque di una funzione di sicurezza che potrebbe aiutare moltissime persone. Che sia dovuto ad una questione di accuratezza della rilevazione o ad altri motivi? Cosa ne pensate?

Via: XDA Developers