Le patch di sicurezza dei Pixel 3a sono proprio vecchie, ma non c’è da preoccuparsi (aggiornato)

Matteo Bottin -

Nella nostra recensione completa del Pixel 3a XL avevamo notato come il software fosse corredato dalle patch di sicurezza di marzo 2019. Un po’ troppo vecchiotte, considerando che parliamo di un Pixel, ma avevamo collegato il “problema” al fatto che lo smartphone non fosse stato ancora rilasciato. Pare però che anche i primi dispositivi siano stati spediti con le stesse patch di sicurezza.

La parte più “irritante” di questa storia è che non sono nemmeno presenti delle factory image con le nuove patch di maggio, e dunque i clienti devono aspettare un aggiornamento da Google per avere il dispositivo al livello di sicurezza più alto possibile.

Ma l’aggiornamento arriverà. Google ha confermato a 9to5Google che i Pixel 3a riceveranno un update cumulativo contenente le patch di aprile, maggio e giugno esattamente il 3 giugno prossimo.

LEGGI ANCHE: Google Pixel 3a XL, la recensione

La causa di questo problema (secondo alcune ipotesi) potrebbe essere che, inizialmente, i Pixel 3a fossero già pronti per le spedizioni qualche mese fa e fossero stati rinviati per qualche motivo. A supporto di questa idea ci sarebbero anche le app precaricate, le quali sarebbero di versioni molto più vecchie di quelle attuali.

Aggiornamento11/05/2019

Non solo le patch di sicurezza arriveranno a giugno: anche le beta di Android Q non saranno disponibili (ufficialmente) per i Pixel 3a prima del prossimo mese. Probabilmente la data di disponibilità coinciderà con la beta 4 di Android Q.

Via: 9to5GoogleFonte: 9to5Google