OnePlus 7 sarà adatto anche ai più temerari: da subito il supporto per Android Q beta 3

Edoardo Carlo Ceretti

Meno di una settimana ci separa dall’evento di presentazione in cui OnePlus toglierà i veli dagli attesissimi OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro, inedita coppia di smartphone top di gamma. Sul loro conto sappiamo ormai quasi tutto e in molti aspettano soltanto di scoprire i prezzi di listino per convincersi definitivamente ad ordinarli. Per alcuni invece, i fattori da considerare sono altri, come la tempestività degli aggiornamenti e il supporto alle future versioni di Android. E i nuovi OnePlus 7 promettono senz’altro bene da questo punto di vista.

Durante il Google I/O 2019 tenutosi nella serata di ieri, Big G ha rilasciato la beta 3 di Android Q, non soltanto per i suoi smartphone Pixel, ma anche per una folta schiera di modelli da produttori partner, fra cui spiccano anche OnePlus 6 e OnePlus 6T. Ben presto però, a far compagnia a questi smartphone arriveranno anche i nuovi OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro, su cui i possessori più temerari potranno da subito installare il firmware sperimentale della nuova versione del robottino verde.

LEGGI ANCHE: Curiosi di provare Android Q beta 3 sul vostro smartphone? Ecco come fare

Al momento, chi ha provato Android Q beta 3 su OnePlus 6 e 6T non ha potuto non segnalare la presenza di diversi bug, che rendono il firmware non adatto all’utilizzo quotidiano, ma interessante quasi esclusivamente per gli sviluppatori di app o per chi volesse lanciarsi in una fugace incursione sul futuro di Android. Con ogni probabilità, lo stesso discorso varrà anche per OnePlus 7 e 7 Pro, tuttavia si tratterà comunque di una opportunità in più per i futuri possessori – oltre a lasciare ben sperare in tempi rapidi di rilascio della versione stabile di Android Q, verso la fine dell’estate.

Fonte: Forum OnePlus