Kirin 985: arriverà su Mate 30 e porterà miglioramenti su prestazioni e autonomia

Matteo Bottin

Continuano le indiscrezioni riguardanti Kirin 985, il processore prodotto da HiSilicon successore del “top di gamma” Kirin 980. Ormai un dato è certo: arriverà su Mate 30. Ma che miglioramenti porterà?

Sappiamo già che verrà prodotto a 7 nanometri, e adotterà in un processo produttivo di TSMC chiamato N7. La produzione di questo chip dovrebbe iniziare a breve: indiscrezioni parlano del secondo quarto del 2019, ovvero quello in cui ci troviamo ora.

Il processore potrà lavorare ad una frequenza più elevata, arrivando a fornire prestazioni più elevate del 10-20% se comparate con quelle del “vecchio” Kirin 980. Allo stesso modo l’efficienza del processore dovrebbe risultare migliorata, con tutto vantaggio per l’autonomia. Piccola curiosità: anche Apple usa le fabbriche di TSMC per produrre i chipset, ma usa un processo produttivo più avanzato, chiamato (guarda caso) N7 Pro.

Ma Kirin 985 non sarà un completo stravolgimento: probabilmente userà la stessa CPU di Kirin 980, solamente portata a frequenze maggiori. Certo, non sarà l’unica novità: potrebbe supportare anche i modem 5G (e noi sinceramente ci crediamo parecchio).

LEGGI ANCHE: Volete inviare un messaggio su WhatsApp senza aggiungere un contatto? Ecco tre soluzioni per voi

Quando arriverà sul mercato? Pare che Mate 30 sia già in fase di test, e potremmo vederlo a settembre o ottobre in tre modelli: Mate 30, Mate 30 Pro e Mate 30 Lite.

Via: Android Headlines