Chrome 74 porta molte novità, ma rende esclusiva per Android una funzione popolare (foto)

Roberto Artigiani - La nuova versione del browser rimuove l'opzione di risparmio dati da iOS e disattiva l'estensione per le versioni desktop

L’ultima versione del browser Chrome è in fase di rollout per Android dopo essere stata rilasciata su macOS, Windows e Linux (gli utenti ChromeOS devono pazientare ancora qualche giorno). Il popolare browser di Google introduce diverse piccole novità che andiamo a vedere una per una. Partiamo dall’opzione per il risparmio dati: Chrome 74 la ribattezza “Lite mode” ma allo stesso tempo la rende esclusiva per Android escludendo tutti gli altri sistemi operativi. Allo stesso modo a breve sarà disattivata l’estensione per la versione desktop che non è mai stata integrata tra le impostazioni e non ha mai visto arrivare il supporto alle pagine HTTPS.

Supporto che invece arriva su Android. Google infatti ha annunciato che, se attivata, l’opzione consente al programma di mostrare una pagina “lite” resa fino al 60% più leggera grazie all’opera di compressione dei server di Mountain View. Il sito così mostrato riporta chiaramente la sua natura nella omnibox. BigG ha dichiarato che il sistema si attiva solo quando, durante il caricamento delle parti della pagina, stima che ci vorranno più di 5 secondi per completare l’operazione quindi passa alla versione leggera. La pagina mostrata non dovrebbe riportare evidenti differenze qualitative per l’utente.

Sul fronte Privacy Google afferma che solo l’URL viene condivisa con i server escludendo cookie, informazioni di login o altro contenuto personalizzato. A tal proposito Chrome 74 presenta anche una nuova voce per la sincronizzazione e i dati raccolti da Google, sarà posizionata subito sotto l’account nelle impostazioni e raccoglierà diverse opzioni finora contenute sotto “Privacy”.

LEGGI ANCHE: Ecco i prezzi dei nuovi Oppo Reno

Tornando alla omnibox l’ultima versione di Chrome porta anche la possibilità di condividere o modificare rapidamente un’URL (come potete vedere dall’immagine nella galleria a fine articolo). Tra le altre novità vi segnaliamo che la voce per la traduzione delle pagine internet è stata aggiunta al menu overflow con la possibilità di gestire la funzione con una comoda barra posizionata nella parte inferiore.

Infine con questo rilascio vengono inibiti i download automatici (più precisamente quelli innescati da sandboxed iframe), d’ora in avanti per inibire gli scaricamenti non voluti e aumentare la sicurezza degli utenti, sarà necessario compiere almeno una gesture per avviare il download. Menzione finale per l’opzione “rimuovi animazioni”: con Chrome 74 viene introdotta la possibilità da parte dei siti di rispettare la voce contenuta nel menu di accessibilità che limita le animazioni di transizione, lo scrolling in parallasse e altri effetti che possono non solo risultare noiose, ma anche provocare malessere ad alcuni utenti.

Via: 9 To 5 Google (1), (2)