Il display sarà il vero asso nella manica di OnePlus 7 Pro, ma anche la causa del suo prezzo salato

Edoardo Carlo Ceretti

Domani conosceremo finalmente la data fissata da OnePlus per l’atteso evento di presentazione dei nuovi OnePlus 7, ma nuove importanti conferme sulla variante Pro giungono da un’intervista rilasciata dal CEO dell’azienda cinese, Pete Lau, ai colleghi di The Verge.

Lau ha confermato che OnePlus 7 Pro vanterà anche la connettività 5G, dunque sembra sempre più improbabile l’esistenza di una terza variante destinata proprio a supportare la nuova connettività. Non è invece chiaro se anche la variante standard di OnePlus 7 – che sarà caratterizzata da un design più simile a quello del predecessore 6T – integrerà un modem 5G, oppure se si accontenterà del rodatissimo LTE.

LEGGI ANCHE: I dettagli sulle fotocamere di OnePlus 7 Pro

Il vero fiore all’occhiello di OnePlus 7 Pro sarà però il display. Lo stesso Lau ha confermato di essere rimasto «sbalordito» la prima volta che l’ha visto in azione e ha anche dato qualche indizio sul perché. Come già accennato in passato dallo stesso CEO di OnePlus, il display della versione Pro sarà particolarmente «rapido e fluido», lasciando intendere che possa vantare un refresh rate maggiore rispetto ai classici 60 Hz, secondo alcuni pari ad almeno 90 Hz. A causa di ciò, i costi per il display di OnePlus 7 Pro saranno tre volte superiori rispetto a quelli di un tradizionale display top di gamma.

Vien da sé che ciò sarà una delle principali causa del prezzo particolarmente salato a cui sarà fissato OnePlus 7 Pro. Nonostante Lau sia rimasto abbottonato sul listino dei prossimi smartphone dell’azienda, in molti ipotizzano che la variante Pro possa avvicinarsi ai prezzi a cui i top di gamma Samsung, Huawei e Apple ci hanno abituato negli ultimi anni, configurandosi dunque come il primo vero dispositivo premium di OnePlus.

Il lancio di OnePlus 7 Pro coinciderà dunque con le maggiori ambizioni del produttore cinese, che sfiderà a viso aperto i rivali più blasonati. Al contempo però, OnePlus dovrà mettere in conto una fisiologica minore indulgenza degli utenti, che pretenderanno il meglio dal nuovo smartphone e non accetteranno di buon grado eventuali compromessi. OnePlus 7 standard rimarrà però un rodato paracadute, che saprà accontentare i fan della prima ora di OnePlus, non disposti a sborsare cifre eccessivamente elevate. Si tratterà di una mossa vincente, o questa volta OnePlus rischia di fare il passo più lungo della gamba?

Fonte: The Verge