Sembra che Samsung Galaxy Fold sia tutt’altro che facile da riparare, ma non per lo schermo pieghevole (foto)

Roberto Artigiani

Se avete acquistato uno dei nuovi Galaxy Fold spendendo circa 2.000€, probabilmente non andrete nel primo negozietto per farlo riparare in caso qualcosa non vada. Ma se mai vi dovesse venire un’idea simile, vi diamo un consiglio: non fatelo. La riparazione di questo gioiellino di tecnologia infatti si potrebbe rivelare un inferno. Non per il motivo che pensate, lo schermo pieghevole infatti si smonta con una relativa facilità, ma il vero punto debole è il monitor secondario da 4,6″ che si distrugge letteralmente durante le operazioni.

Per non parlare dei cardini che gestiscono il meccanismo di chiusura: sono composti da cinque parti principali e basta danneggiarne una per rendere il tutto inservibile. Inoltre i vari componenti del complesso meccanismo devono essere allineati alla perfezione altrimenti possono causare danni allo schermo o ad altri elementi facendo così schizzare in un attimo i costi di riparazione.

LEGGI ANCHE: Le nostre prime impressioni di Samsung Galaxy Fold

Tutto ciò è emerso grazie al primo teardown apparso in Rete e postato da un utente anonimo su Weibo, il noto social network orientale. Qui sotto potete trovare le immagini scattate durante l’operazione, come monito a chi pensasse di non rivolgersi all’assistenza ufficiale Samsung. Altrimenti preparatevi non solo a salutare la garanzia, ma anche quasi sicuramente a ritrovarvi con una specie di tablet che non si chiude.

Via: SamMobile