Android Studio 3.4 è pronto a traghettare le vostre app verso Android Q

Nicola Ligas

Android Studio, l’ambiente di sviluppo ufficiale per creare applicazioni, si è appena aggiornato alla versione 3.4, che segna un passo importante in direzione del rilascio di Android QContinua così lo sviluppo di Project Marble, il cui scopo è rendere “solide come la roccia” le fondamenta dell’IDE stesso. Più che eclatanti novità, abbiamo quindi un consolidamento ed una semplificazione della piattaforma della piattaforma.

In particolare è stato introdotto il Resource Manager, un nuovo tool che serve a visualizzare gli elementi disegnabili, i colori ed i layout in modo ordinato, per ciascuna app. Il suo pannello supporta il drag and drop, ed è possibile convertire multipli file SVG in VectorDrawable tutti in una volta.

Abbiamo poi le Import Intentions, che funzionano con le nuove librerie Jetpack e Firebase riconoscendone le classi comuni e suggerendo di aggiungere le necessarie dipendenze ai file di Gradle. Si tratta in pratica di un modo per risparmiare tempo e di un grattacapo in meno per gli sviluppatori.

Il pannello delle proprietà dell’editor di layout è stato aggiornato, accorpando tutte le opzioni in un unico pannello, con varie sezioni collassabili e colori dedicati per errori ed avvisi; anche qui, lo scopo è la semplificazione

Android Studio 3.4 include inoltre Intellij 2018.3.4, che comprende un ampio ventaglio di miglioramenti, circa i quali trovate maggiori informazioni sul blog ufficiale.

Infine, ma non meno importante, in questa versione di Android Studio ci sono le ultime skin di Google Pixel 3 e Google Pixel 3 XL per l’emulatore (vedi immagine di apertura), ma soprattutto è possibile scaricare le immagini di sistema di Android Q Beta per l’emulatore ed iniziare a testare le proprie app per Android 10.

Se non aveste quindi ancora aggiornato il vostro Android Studio alla 3.4, potete seguire questo link al sito ufficiale per procedere con l’aggiornamento..

Fonte: Android Developers