Vi manca la registrazione chiamate senza root su Android? Potrebbe tornare con Android R (o successivi)

Vincenzo Ronca

Gli utenti Android più navigati in termini temporali ricorderanno che con le prime versioni del robottino verde era possibile installare delle app che registrassero nativamente le chiamate, in entrata ed in uscita. Questo ormai non è più possibile a meno di acquisire i permessi di root.

La faccenda potrebbe invertirsi con le future versioni Android. La notizia nasce da alcuni utenti che hanno sottomesso la richiesta di questa funzionalità dall’app di feedback associata alle beta di Android Q: la risposta è stata prevedibilmente negativa per Android Q, è troppo tardi per implementarla, ma inaspettatamente positiva per le future versioni Android. Google ha in previsione di pubblicare le API relative alla registrazione chiamate, diffondendole eventualmente a partire da Android R.

LEGGI ANCHE: Beta 2 di Android Q, la nostra prova

Il rilascio pubblico delle API vorrebbe dire che gli sviluppatori potrebbero sfruttarle per creare delle app in grado di registrare le chiamate senza la necessità dei permessi di root. Vi aggiorneremo appena emergeranno ulteriori conferme sulla vicenda.

Via: XDAFonte: Google Issue Tracker