Nova Launcher si aggiorna stabilmente alla v.6.1.6: dark mode per Google Now, Dot numerici sulle icone e altre novità

Lorenzo Delli

Nova Launcher, il celebre launcher alternativo disponibile già da diversi anni sul Play Store, si aggiorna alla versione stabile numero 6.1.6. Tra le novità di maggior rilievo ci sono sicuramente i così detti “Numeric Dots“, ovvero i contatori numeri di notifiche e messaggi non letti direttamente sulle icone (senza bisogno di usare altre app, ci torneremo a breve), la modalità dark per Google Now e, come ogni volta, bug fix e ottimizzazioni di vario genere.

Per quanto riguarda la dark mode per Google Now è richiesta un’app aggiuntiva (Nova Google Companion, la trovate qui) e Android alla versione 8.0 o superiori. Tre i temi disponibili recandosi nelle apposite impostazioni di Nova: Light, Dark e “Follow Night Mode“. Ma veniamo ai dot numerici.

LEGGI ANCHE: Disney+ in Europa nel 2020 a 6,99$ al mese: serie originali Marvel e Star Wars, 500 film, tutti i Simpson e molto altro

 

Finora per avere i contatori numerici sulle icone era necessario usare un’altra app, sempre di casa Nova, denominata TeslaUnread (ancora scaricabile qui). L’obbiettivo dell’app era quello di mostrare non solo le notifiche, ma proprio il numero di messaggi non letti o simili. Gli sviluppatori portano l’esempio di Gmail: anche rimuovendo le notifiche relative alle nuove mail, l’icona avrebbe comunque segnato le email non aperte. A quanto pare però l’app non sempre funzionava al meglio, e già con l’introduzione dei badge dinamici Nova era corsa ai ripari cambiando un po’ le cose.

Android Oreo ha però introdotto i Dot, simili ai badge dinamici, con una grossa limitazione: in caso di rimozione della notifica di fatto scompare anche il Dot sopra l’icona. Purtroppo la situazione è difficile da cambiare, ma grazie ai Dot numerici di Nova si visualizzeranno dei numeri, quelli relativi al numero di notifiche appunto, invece di simboli privi di indicazioni numeriche. Potete scaricare la nuova versione stabile di Nova Launcher direttamente dal Play Store.

Fonte: Nova