Nexus 6P bloccato in bootloop? Risarcimento fino a 400$ per gli utenti negli USA

Edoardo Carlo Ceretti A Google e Huawei è costato caro l'ultimo Nexus della storia.

Tutti i possessori di Nexus 6P – che siano stati toccati o meno dal problema – conoscono perfettamente lo spauracchio del bootloop, conseguenza esiziale di un grave problema alla batteria del dispositivo. L’incidenza della problematica è talmente elevata da aver spinto i consumatori USA ad organizzare, un paio d’anni fa, un’azione legale collettiva contro Google e Huawei, al fine di veder riconosciuto un risarcimento anche fuori garanzia. E ora finalmente l’accordo fra le parti è stato raggiunto – anche se dovrà essere perfezionato il prossimo 9 maggio.

Secondo l’accusa infatti, Google, Huawei e i rispettivi fornitori di componenti hardware erano al corrente dell’errore progettuale a monte del bug, capace di rendere inutilizzabile Nexus 6P, ma nonostante ciò non hanno fatto nulla per risolverlo, provocando un danno non indifferente agli utenti che avevano deciso di investire sul dispositivo. Per questo, tutti coloro che hanno acquistato un Nexus 6P a partire dal 25 settembre 2015, avranno diritto ad un risarcimento fino a 400$, previa presentazione della documentazione necessaria, che ne attesti l’acquisto.

LEGGI ANCHE: Huawei P30 Pro vs Google Pixel 3 XL, chi è il re delle foto?

Coloro invece che erano già stati risarciti ricevendo un Pixel XL in cambio del Nexus 6P difettoso, potranno ricevere un risarcimento fino a 10$. La class action relativa a Nexus 6P segue quella intentata dai consumatori a stelle e strisce contro i problemi del tutto simili manifestati dal fratello minore Nexus 5X – prodotto invece da LG.

Fonte: The Verge
Huawei Nexus 6P

Huawei Nexus 6P

confronta modello

Ultime dal forum: