A.N.N.A. è la nuova intelligenza artificiale, made in Italy, che affronterete su MotoGP 19 (video)

Enrico Paccusse -

Hanno voluto dargli un nome quasi familiare, ma che in realtà cela la sua vera natura: Artificial Neural Network Agent, per gli amici A.N.N.A. – è la creatura tutta made in Italy messa a punto da Milestone (in collaborazione con Orobix) che debutterà in pista il 6 giugno, quando verrà lanciato ufficialmente MotoGP™19 (disponibile su PlayStation 4, Xbox One, Windows, TIMGAMES e successivamente Nintendo Switch).

Anche se le sue prime gare ufficiali partiranno a giugno, il processo di creazione e realizzazione di questa rete neurale parte da ben due anni fa, quando Milestone e Orobix hanno iniziato a lavorare insieme su ciò che rappresenta un cambio di paradigma vero e proprio rispetto alle tradizionali IA dei giochi.

Siamo di fronte ad una delle più grandi innovazioni mai realizzate da Milestone. Il lavoro svolto dai nostri ingegneri, in collaborazione con Orobix, è un bell’esempio di come due eccellenze italiane e indipendenti possano rivoluzionare un settore, come quello videoludico, presidiato da grandi multinazionali con ingenti risorse. Una dimostrazione di creatività, passione e coraggio di innovare.

Luisia Bixio, Milestone

Dato che si basa su reti neurali, l’approccio è molto diverso: i programmatori non impongono nulla, quanto piuttosto forniscono all’intelligenza artificiale una percezione del mondo esterno, e un sistema di ricompense e feedback loop che la rende capace di rinforzare le azioni positive ed imparare dai propri errori. In gergo tecnico, si chiama reinforcement learning.

LEGGI ANCHE: Questi video sono stati realizzati dall’intelligenza artificiale di NVIDIA

Potremmo quindi paragonarla ad un essere umano, che inizia da piccolo con l’unico obiettivo di non cadere e poi, con l’esperienza e con centinaia e centinaia di tentativi (ed errori), matura la capacità di andare più veloce e di affinare le proprie traiettorie per migliorare il proprio tempo su pista.

Abbiamo sviluppato MotoGP™19 basandoci sui numerosi feedback ricevuti dalla nostra appassionata community. Una delle richieste più frequenti era proprio quella di un maggiore livello di sfida e un comportamento più naturale da parte dell’IA. L’utilizzo di reti neurali ci ha permesso di ottenere entrambe questi obiettivi, con risultati che in alcuni casi sono andati anche oltre le nostre migliori aspettative. Credo fermamente che questo sia solo il primo passo di un percorso che vedrà le reti neurali sempre più presenti nei processi di sviluppo dei nostri titoli.

Michele Caletti, MotoGP

L’unica differenza sta nel fatto che in una singola giornata, A.N.N.A. è capace di simulare oltre 200.000 gare, più di quanto riesce a fare un pilota professionista in anni di carriera. Ciò risulta in un comportamento di guida estremamente realistico e naturale, simile a quello di un corrispettivo umano.

È stato entusiasmante lavorare fianco a fianco con gli sviluppatori e i designer di Milestone e vedere l’evoluzione di una nuova generazione di IA. Sapere che la tecnologia a cui abbiamo lavorato per mesi arriverà nei PC e nelle console di tutto il mondo ci dà una forte carica per continuare ad approfondire questi temi. In Orobix stiamo infatti già lavorando ad applicazioni della stessa tecnologia in ambiti molto diversi dal gaming, come quello medicale e industriale.

Luca Antiga, Orobix

Qui sotto in allegato vi mettiamo il video di presentazione di Milestone, dove si possono capire le varie fasi con cui l’IA è maturata e come, nel dettaglio, è stata addestrata a diventare un pilota. È molto interessante e vi consigliamo di vederlo.