Prime risposte e curiosità su Galaxy Fold: la piega nel mezzo c’è e si vede

Vezio Ceniccola Una fonte anonima ha svelato alcune delle informazioni più curiose sulla versione europea del primo smartphone pieghevole di Samsung

Samsung Galaxy Fold sarà in vendita a partire dal prossimo 3 maggio in Europa, ma sembra proprio che qualcuno abbia anticipato i tempo, riuscendo a mettere le mani sopra al primo smartphone pieghevole di Samsung in netto anticipo sui tempi e svelando alcune delle caratteristiche peculiari del dispositivo.

L’anonima fonte delle informazioni ha risposto alle domande di Mishaal Rahman, Editor-in-Chief di XDA Developers, riferendosi specificatamente alla versione europea del nuovo modello Samsung. Prima di tutto, ci sono un paio di conferme importanti: questa variante di Galaxy Fold sarà dotata di SoC Qualcomm Snapdragon 855 ed avrà il bootloader sbloccabile. La stessa cosa non si verificherà per la variante venduta negli USA: anche se monterà lo stesso SoC, sembra che il bootloader non potrà essere sbloccato a causa dei limiti imposti dagli operatori americani.

Per quanto riguarda il fattore estetico, le notizie non sono molto positive: la piega dello schermo c’è e si vede anche quando il dispositivo è completamente aperto, ma soprattutto è visibile anche un piccolo gap tra i due elementi della scocca quando il dispositivo è piegato. Una volta fatta l’abitudine la striscia lasciata dalla piega è meno evidente, soprattutto quando la luminosità è tenuta oltre il 70%, ma può essere chiaramente sentita se si passa con le dita sullo schermo.

Rimanendo in tema di piegatura, non fatevi illusioni sull’eventualità di usare il Fold in stile notebook: lo schermo si spegne appena si superà un angolo di piegatura di 90°, dunque non possiamo poggiarlo sul tavolo e scrivere come su un PC portatile.

Inoltre, sembra che il passaggio da uno schermo all’altro non sia così immediato come mostrato in precedenza. Per passare dallo schermo esterno a quello interno è necessario attendere qualche secondo e ci sono attese ancora più lunghe con alcune app specifiche, come ad esempio il browser Chrome. Il piccolo schermo esterno supporta qualsiasi tipo di contenuto, anche i giochi, ed è possibile applicare sfondi e configurazioni della schermata home in maniera separata tra i due schermi.

LEGGI ANCHE: Galaxy Fold in preordine dal 26 aprile

Le buone notizie provengono dal comparto hardware. Le nuove memorie UFS 3.0 sono veloci, anche più delle aspettative, ma anche l’autonomia sembra abbastanza buona: è comparabile a quella di un Galaxy S10+, dunque vi dovrebbe portare a fine giornata senza grossi problemi.

Di sicuro ci sono ancora tante informazioni e curiosità che mancano all’appello, ma il quadro generale può già rendere l’idea di cosa potrà essere questo nuovo Galaxy Fold. Per tutto il resto dovremo attendere ancora qualche settimana, quando finalmente il dispositivo sarà messo in vendita e potremo vederlo nell’uso di tutti i giorni.

Via: SlashGearFonte: Mishaal Rahman (Twitter)