Ora potete sfoderare Google Pay anche in aeroporto: ecco il supporto per le carte d’imbarco (aggiornato)

Edoardo Carlo Ceretti -

Google Pay ha debuttato ufficialmente in Italia soltanto da qualche mese, ma è già entrato nella routine quotidiana di un crescente numero di utenti, che utilizzano la piattaforma di Big G non soltanto per effettuare pagamenti tramite smartphone e smartwatch dotati di NFC, ma anche per servirsi delle versioni digitali di carte fedeltà e carte regalo. E ora, Google Pay si espande ancora, grazie al supporto per le carte d’imbarco.

Chi viaggia spesso – per lavoro o per diletto – avrà già da tempo smesso di stampare le carte d’imbarco, preferendo servirsi delle app per smartphone delle varie compagnie aeree. Se però preferite trovare tutte le vostre carte d’imbarco in un unico posto, ecco che Google Pay saprà accontentarvi. Da ora infatti, al momento del check-in potrete decidere di importare la carta d’imbarco in Google Pay e ritrovarla nella sezione Pass.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S10e, la recensione

Ai controllo di sicurezza in aeroporto e al gate, potrete poi decidere se mostrare la schermata contenente le informazioni della carta d’imbarco, oppure trasferirle direttamente tramite NFC, sia da smartphone sia da smartwatch Wear OS compatibile. Una comodità in più che sarà senza dubbio apprezzata dai viaggiatori.

Aggiornamento20/03/2019

Oltre a Ryanair, come avete già visto dall’immagine in galleria, il supporto alle carte di imbarco su Google Pay riguarda diverse altre compagnie aree. Al momento, le confermate sono le seguenti: Lufthansa, Air France, EasyJet e KLM. Molto probabilmente, il novero è destinato ad espandersi sempre di più, un’ottima notizia per tutti i viaggiatori.


Via: Tom's Hardware, Android Police