Il sensore ultrasonico di Galaxy S10 e S10+ non è ancora preciso come dovrebbe, ma Samsung ci sta lavorando

Vezio Ceniccola

Il nuovo sensore impronte ultrasonico di Galaxy S10 e Galaxy S10+ è stata una delle novità più apprezzate tra le tante altre innovazioni portate dai top gamma Samsung, ma sembra avere ancora piccoli problemi di gioventù, opportunamente segnalati da alcuni utenti. L’azienda coreana è già al corrente della situazione ed ha promesso che sistemerà la questione nei prossimi aggiornamenti dedicati ai dispositivi.

I problemi segnalati sono relativi all’affidabilità del riconoscimento dell’impronta digitale, che non sempre funziona correttamente. In alcuni casi il lettore integrato sotto al display non è in grado di riconoscere l’impronta dell’utente, cosa che non permette di sbloccare il dispositivo o di effettuare l’autenticazione nelle app che utilizzano questa funzionalità di sicurezza.

Il nuovo sensore impronte ultrasonico prodotto da Qualcomm usa una tecnologia diversa dai sensori ottici integrati sotto al display dagli altri produttori concorrenti. Proprio per questo motivo è inevitabile che ci siano ancora funzionalità non ottimizzate, ma la situazione dovrebbe migliorare nel corso del tempo.

LEGGI ANCHE: Recensione Samsung Galaxy S10+

Come detto, Samsung rilascerà nuovi aggiormaneti software per Galaxy S10 e Galaxy S10+ contenenti le ottimizzazioni richieste dagli utenti, in modo da rendere il sensore più affidabile e preciso. Non ci sono tempistiche precise per questo tipo di aggiornamenti, anche se confidiamo in un rapido arrivo nelle prossime settimane.

Via: Android Headlines