Google pubblica sul Play Store Lookout, l’app per aiutare i non vedenti, ma solo per i Pixel USA (foto)

Roberto Artigiani -

È innegabile che l’Intelligenza Artificiale sia sempre più presente intorno a noi. Che si tratti di aiutare i medici a identificare una malattia o che guidi un’automobile ci sono sempre più usi che vengono implementati dell’IA. Uno dei modi in cui può essere sfruttata è come supporto per le persone con disabilità, soprattutto se collegate alla vista. Nel mondo ci sono circa 250 milioni di ciechi o soggetti che soffrono di un qualche deficit visivo e proprio per loro Google ha sviluppato Lookout.

Si tratta di un’app che permette al telefono di identificare gli oggetti e rilasciare informazioni. È stata presentata per la prima volta allo scorso I/O e ora viene rilasciata ufficialmente al pubblico. L’applicazione sfrutta la stessa tecnologia di Google Lens e consente di riconoscere un oggetto semplicemente puntando lo smartphone.

LEGGI ANCHE: La nostra prova della prima beta di Android Q

Lookout può risultare particolarmente utile in quelle situazioni in cui una persona potrebbe aver tipicamente bisogno di aiuto, come per esempio quando ci si trova in uno spazio nuovo per la prima volta.

Come tutte le nuove tecnologie non è esente da errori e potrebbe non restituire una risposta adeguata. Google infatti è molto interessata ai feedback, positivi e ancora di più negativi da parte degli utenti. La più grande pecca tuttavia è che al momento l’app è disponibile solamente per i possessori USA di uno smartphone Pixel. In attesa che BigG la estenda anche all’Italia di seguito potete trovare il badge del Play Store.

Fonte: Google