Samsung ha migliorato tanto i suoi Galaxy S10, ma questo vale anche per la resistenza alle cadute? (video)

Roberto Artigiani

Risposta secca alla domanda del titolo: no. La nuova linea di top di gamma Samsung è ormai tra noi e anche se diversi modelli costano più di 1.000€ non si può negare che l’azienda coreana abbia cercato di migliorare sotto molti punti di vista i suoi smartphone di punta. Eppure c’è un aspetto che sembra essere rimasto inalterato rispetto allo scorso anno: la resistenza alle cadute, ahimè. Non lo affermiamo noi, ma i colleghi di SquareTrade che hanno messo alla prova S10, S10+ e S10e.

Non c’è niente da fare, il vetro ha un notevole impatto sul design di uno smartphone, ma lo rende inevitabilmente più fragile. Questo è vero anche per i vari Galaxy S10 il cui corpo rimane invariato a dispetto di altre caratteristiche e li rende tutti piuttosto delicati. L’esito del test infatti non lascia scampo a dubbi: nessuno dei tre è sopravvissuto indenne alla caduta dall’altezza di 1,80 cm (6 piedi) sul cemento.

LEGGI ANCHE: Drop test per Pixel 3 e iPhone XR

In dettaglio Galaxy S10e è stato quello che si è comportato peggio, visto che si è rotto definitivamente al primo tentativo. Un poco meglio ha fatto invece la variante standard che nonostante gli evidenti danni subiti ha mantenuto una certa funzionalità. La conclusione per gli acquirenti di uno degli ultimi Samsung Galaxy? Se volete bene al vostro telefono – e al vostro portafogli – vi conviene acquistare una cover resistente agli urti.

Via: SamMobileFonte: Square Trade