La Dirty Unicorns al sapore di Android Pie: torna in grande stile per Pixel 2, Pixel 3, tanti OnePlus e non solo!

Vincenzo Ronca

Una delle più longeve e diffuse custom ROM nel panorama modding Android è sicuramente la Dirty Unicorns, tornata alla ribalta l’anno scorso grazie alle sue release con Oreo. Il team di sviluppo conferma ancora di esserci annunciando ufficialmente la prima build con Android Pie.

Vi listiamo immediatamente tutti i dispositivi sin da subito compatibili con la nuova Dirty Unicorns 13:

  • Pixel XL (Marlin)
  • Pixel 2XL (Taimen)
  • Pixel 3/3XL (Blueline/Crosshatch)
  • Pixel C (Dragon)
  • Nexus 6 (Shamu)
  • OnePlus 3/3T (Fruitcake)
  • OnePlus 5/5T (Cheeseburger/Dumpling)
  • Moto G5 Plus (Potter)

LEGGI ANCHE: Google Pixel 3 XL, la recensione

Il team ha annunciato che alla prima build ufficiale della versione 13 vengono affiancate le weeklies, le build rilasciate con cadenza settimanale. Inoltre, hanno comunicato che gli ultimi top di gamma OnePlus 6 e 6T non sono momentaneamente supportati ma dovrebbero diventarlo presto.

Potete trovare ulteriori dettagli sulle procedure di installazione della versione che desiderate sul sito ufficiale della custom ROM, dove troverete anche tutti i link di download della ROM compatibile con il vostro dispositivo.

Google Pixel 3 XL

Google Pixel 3 XL

8.7

  • CPU
    octa 2.5 GHz
  • Display
    6,3" QHD+ / 1440 x 2960 px
  • RAM
    4 GB
  • Frontale
    8 Mpx ƒ/1.8
  • Fotocamera
    12,2 Mpx ƒ/1.8
  • Batteria
    3430 mAh
Google Pixel 2 XL

Google Pixel 2 XL

8.3

  • CPU
    octa 2.35 GHz
  • Display
    6" QHD+ / 1440 x 2880 px
  • RAM
    4 GB
  • Frontale
    8 Mpx ƒ/2.4
  • Fotocamera
    12,2 Mpx ƒ/1.8
  • Batteria
    3520 mAh
OnePlus 5T (8 GB)

OnePlus 5T (8 GB)

8.8

  • CPU
    octa 2.45 GHz
  • Display
    6" FHD+ / 1080 x 2160 px
  • RAM
    8 GB
  • Frontale
    16 Mpx ƒ/2.0
  • Fotocamera
    16 Mpx ƒ/1.7
  • Batteria
    3300 mAh
OnePlus 3