Rivoluzione messaggistica: potremo scrivere da WhatsApp, su Instagram e Messenger (e viceversa)

Nicola Ligas -

Con un rinnovato impegno sulla privacy, Mark Zuckerberg ha annunciato importanti cambiamenti in vista per tutte le app di messaggistica che fanno capo a Facebook, cambiamenti tra l’altro già anticipati poco tempo fa dal New York Times. Ora come ora infatti, gli utenti di Messenger, Instagram e WhatsApp sono separati da delle “barriere” costituite dalle app stesse: se sei su Facebook, usi Messenger, e puoi comunicare solo con utenti Messenger, se sei su Instagram usi Direct, e così via. Nel prossimo futuro tutto questo cambierà, e sarà possibile raggiungere i propri contatti da qualsiasi di queste tre app vogliate. In seguito, questa possibilità sarà estesa anche agli SMS.

Si tratterà di una opzione facoltativa, ovviamente: nessuno vi obbligherà a collegare i vostri account a questo modo. E supponiamo anche che sarà possibile scollegare i vari account, qualora volessimo farlo.

Ovviamente Zuckerberg esalta i vantaggi derivanti da questa pratica, sia in termini di privacy che di sicurezza. Ad esempio, gli SMS potranno essere crittografati end-to-end, oppure non ci sarà necessità di condividere il proprio numero di telefono per essere raggiunti su WhatsApp, basterà dare ad esempio il proprio account Facebook. In questo modo mittente e destinatario possono comunicare dalle loro app preferite, senza che queste due coincidano, con evidente comodità per ambo le parti.

Ad oggi è già possibile ricevere SMS via Messenger su Android, ed in futuro Facebook vorrebbe estendere ulteriormente questa capacità con il supporto RCS. Questo però sarà possibile solo su Android, dato che Apple non consente ad app di terze parti di interagire con gli SMS sugli iPhone. Ci sono comunque diversi problemi di sicurezza (e non solo) da risolvere prima di implementare qualcosa di simile, ma la linea tracciata da Zuckerberg sembra chiara. Non aspettatevi comunque una rivoluzione da un giorno all’altro, perché ci vorrà del tempo, e comunque non arriverà certo a sorpresa, perché una simile unione susciterà di certo ampie discussioni (e polemiche). Voi ne vedete i vantaggi?