Samsung Galaxy S10 si sblocca con una foto (video)

Emanuele Cisotti - Ed è per questo che dovreste usare lo sblocco con l'impronta digitale.

L’arrivo di Samsung Galaxy S10 sul mercato ci ha dato un interessante spunto per ricordare a tutti che, se il metodo di sblocco che utilizzate sul vostro smartphone è per proteggere i vostri dati da occhi e mani indiscrete, allora dovreste usare metodi di sblocco sicuri. Gli smartphone top di gamma Samsung hanno negli ultimi anni avuto un punto di debolezza negli sblocchi biometrici: troppo scomodo il lettore di impronte (spesso posizionato sul retro troppo in alto), troppo lento quello del volto con scansione dell’iride. Quest’anno però finalmente la situazione è cambiata.

Entrambi i metodi però erano molto sicuri e garantivano quindi una maggiore protezione, a fronte di tempi di sblocco più lunghi. La corsa al ridurre le cornici del display ha però spinto l’azienda a rimuovere lo sblocco con l’iride, lasciando lo sblocco con il volto implementato solo tramite le fotocamere frontali. Il risultato è che queste, come già analizzato in passato, non possono garantire uno sblocco sicuro dello smartphone e possono essere quindi ingannate mostrando una semplice foto. Non è una novità: vari test avevano già messo su questo piano anche BlackBerry Key2, Huawei P20, Sony Xperia XZ2, Xiaomi Mi A2 e ancora altri.

Come già detto anche nella precedente analisi, questi smartphone offrono tutti sistemi di sblocco più sicuri e così è anche per Samsung Galaxy S10 che implementa un nuovissimo lettore di impronte ultrasonico, tra le altre cose in una posizione estremamente comoda per l’utilizzo. La popolarità notevole di questo dispositivo potrà quindi aiutarci a imprimere un memo nella vostra mente: se si tratta di sicurezza è sempre meglio non scherzare.

Vi lasciamo a seguire anche la recensione completa: