Galaxy S10+ ha un sensore impronte piccolo piccolo: guardatelo nel teardown (video)

Vezio Ceniccola

Una delle funzionalità più interessanti della nuova serie Galaxy S10 di Samsung è rappresentata dall’inedito sensore impronte ultrasonico integrato sotto al display, che arriva per la prima volta sui dispositivi della gamma S. Un concentrato di tecnologia che, in realtà, è molto più piccolo di quanto potreste pensare.

Grazie ai primi video teardown di Galaxy S10+ abbiamo potuto apprezzare la costruzione interna e la progettazione operata da Samsung, dando anche uno sguardo alla tecnologia utilizzata per il sensore. Come si può vedere nei video che trovate in galleria, questo componente appare davvero piccolo, soprattutto se paragonato ai tradizionali sensori utilizzati sulla maggior parte degli altri smartphone che usano una tecnologia simile.

L’utilizzo di un sensore ultrasonico ha permesso a Samsung di ridurre di molto l’ingombro di questo componente all’interno della scocca, che ha dimensioni minori rispetto ai lettore ottici.

LEGGI ANCHE: Quanto calerà il prezzo dei Samsung S10?

Samsung ha affermato che i sensori ultrasonici sono più veloci, più efficaci e anche più sicuri di quelli ottici. A giudicare dalle prime prove quest’impressione sembra confermata, dunque per il futuro potrebbero arrivare tanti nuovi smartphone con il supporto a questa tecnologia.

Per maggiori dettagli sulle dimensioni fisiche e sull’aspetto del sensore impronte ultrasonico di Galaxy S10+, vi lasciamo ai video integrali relativi al suo smontaggio.

Via: GSMArena