Google Fit dirà addio al sito web: dal 19 marzo sarà utilizzabile solo tramite app

Vezio Ceniccola

Google Fit si prepara a diventare un servizio esclusivo per i dispositivi mobili Android, sia smartphone che smartwatch. A partire dal 19 marzo 2019 non sarà più possibile accedere ai propri dati Fit dal relativo sito web, che verrà definitivamente disattivato in questa data.

Dopo la disattivazione del sito, i dati relativi alla propria attività fisica si potranno visualizzare solo attraverso le app per smartphone e tablet Android o per gli smarwatch Wear OS. Google ha infatti deciso di dedicare proprio a tali servizi i propri sforzi di sviluppo e mantenimento della piattaforma Fit, sacrificando il sito web e determinando la sua fine.

La notizia è stata comunicata ufficialmente con un banner molto evidente sul sito ufficiale di Google Fit. Riportiamo di seguito il testo integrale del messaggio, che spiega le motivazioni della disattivazione del servizio web.

L’app Google Fit ha lo scopo di insegnarti a condurre una vita più sana e attiva e di aiutarti a fare i cambiamenti necessari per avere abitudini salutari. Nell’ultimo anno, abbiamo rinnovato Google Fit con nuovi obiettivi di attività basati sui consigli relativi all’attività fisica dell’American Heart Association e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, abbiamo aggiunto widget per la respirazione guidata e per la schermata Home, nonché organizzato una nuova sfida di trenta giorni per l’anno nuovo. Continueremo a concentrarci sull’aggiunta di nuove funzionalità che migliorino l’esperienza con Google Fit su dispositivi mobili e smartwatch, ma il 19 marzo 2019 disattiveremo questo sito web Google Fit. Per monitorare le tue attività e ricevere consigli di allenamento per raggiungere i tuoi obiettivi legati alla salute, installa l’app Fit sul telefono Android o sullo smartwatch Wear OS.

LEGGI ANCHE: Google Fit aggiunge un nuovo mini widget

Se siete utenti sportivi e utilizzate molto spesso le funzionalità di Google Fit, preparatevi a rinunciare al sito web e a poter usare il servizio solo tramite dispositivi mobili. Se non l’avete mai provato, invece, trovate di seguito il link diretto all’app per smartphone Android.

Via: 9to5Google