Galaxy S10 potrà ricarica wireless altri dispositivi solo se avrà almeno il 30% di batteria

Vezio Ceniccola

Una delle novità più interessanti della nuova gamma Galaxy S10, presentata ieri sera da Samsung in uno scintillante evento dedicato, si chiama Wireless PowerShare ed è la possibilità di utilizzare la ricarica wireless non solo per ridare energia alla propria batteria, ma anche per ricaricare altri dispositivi, semplicemente appoggiandoli sulla parte posteriore della scocca.

Una funzionalità comoda, che può essere molto importante soprattutto per la ricarica di accessori come smartwatch o auricolari Bluetooth – come i nuovi Galaxy Buds arrivati per l’occasione – anche se bisogna stare attenti ad una piccola limitazione imposta dal produttore.

Per poter utilizzare la ricarica wireless per altri dispositivi, il vostro Galaxy S10 dovrà avere una carica interna di almeno il 30%. Se la percentuale sarà minore di tale valore, una notifica toast in basso sullo schermo vi avviserà che non potete usare la funzione Wireless PowerShare, ma dovete prima ricaricare lo smartphone stesso.

LEGGI ANCHE: Anteprima Samsung Galaxy S10, S10e e S10+

Si tratta di un meccanismo di “autodifesa” per l’autonomia dello smartphone, che in questo modo evita che l’utente possa utilizzare la ricarica wireless troppo a lungo, scaricando inavvertitamente tutta la betteria del suo S10. Qui in basso potete vedere un’anteprima della notifica toast già citata, mentre tra i toggle è visibile anche l’icona per attivare il Wireless PowerShare.

Via: SamMobile