Il tema scuro di Android Q potrebbe funzionare anche sulle app di terze parti (foto)

Vezio Ceniccola La nuova funzionalità potrà essere attivata in automatico, ma dovranno essere gli sviluppatori ad implementarla nei propri servizi

Una delle maggiori novità di Android Q dovrebbe essere un’integrazione molto più profonda per quanto riguarda il tema scuro, in grado di adattarsi meglio non solo all’interfaccia generale di Android ma anche alle app di sistema compatibili. Tale possibilità potrebbe essere valida anche per alcune app di terze parti, o almeno questo suggeriscono i primi indizi trapelati dallo sviluppo della nuova versione del sistema Google.

Le ipotesi relative a questa nuova funzionalità sono abbastanza semplici. Attivando il Dark Mode nelle impostazioni di sistema, anche le app di terze parti che includono questa modalità al loro interno dovrebbero riconoscere il comando e attivare la relativa interfaccia scura, armonizzandosi col resto del sistema.

Questo, ovviamente, potrà valere solo per le app compatibili col tema scuro, dunque spetterà ai rispettivi sviluppatori includere questo tipo di funzionalità all’interno dei propri servizi. Cosa tutt’altro che scontata, anche se negli ultimi mesi non sono poche le app che hanno già deciso di integrare il tema scuro.

LEGGI ANCHE: Tutti gli indizi su Android Q

Una novità di questo tipo farebbe certamente molto contenti gli amanti dei temi scuri, soprattutto quelli in possesso di dispositivi con schermo OLED, che tramite questo piccolo cambiamento estetico potrebbero guadagnare non poco dal punto di vista dell’autonomia. Al momento, però, non è ancora confermato che il tema scuro di Android Q possa funzionare anche con le app di terze parti, dunque dovremo attendere maggiori dettagli da parte di Google nelle prossime settimane.

Via: Phone ArenaFonte: XDA Developers