OnePlus ha mantenuto la promessa: riparte l’invio di unità di test per gli sviluppatori indipendenti

Edoardo Carlo Ceretti

Verso la fine dello scorso mese di novembre, OnePlus e la comunità di sviluppo indipendente arrivarono a tanto così dalla rottura insanabile, dopo che il celebre marchio cinese aveva annunciato la fine del device seeding program, che prevedeva l’invio di smartphone agli sviluppatori indipendenti più meritevoli, al fine di facilitare il loro lavoro dedicato ai dispositivi OnePlus. Presto l’azienda aveva corretto il tiro, parlando di una sospensione temporanea e, a due mesi di distanza, possiamo affermare con ragionevole certezza che non stesse bluffando.

eng.stk e osm0sism, due stimati sviluppatori indipendenti, membri della grande community del modding Android, hanno infatti svelato pubblicamente di aver ricevuto nei giorni scorsi un’unità di OnePlus 6T su cui mettersi al lavoro per lo sviluppo dei loro kernel modificati, gentile omaggio di OnePlus stessa.

LEGGI ANCHE: Tutto su Samsung Galaxy S10

Se due indizi fanno una prova, sembra ormai certo che OnePlus abbia tenuto fede alla promessa fatta e abbia ripristinato il virtuoso programma di supporto alla community, suggellando il tanto invocato lieto fine.

Via: Forum XDA, RedditFonte: Forum XDA, Twitter