Per il Redmi Note 7 Pro Xiaomi potrebbe evitare le configurazioni con 3/4 GB di RAM, puntando direttamente a 6 GB

Lorenzo Delli

Si sapeva già che questa primavera sarebbe arrivato Redmi Note 7 Pro, una variante Pro appunto del nuovo e primo membro della famiglia Redmi (è divenuto un brand “indipendente” da Xiaomi) dotato di specifiche “maggiorate” e di un sensore Sony IMX586 al posto del Samsung dell’attuale modello.

Non sapevamo però quali sarebbero state le specifiche di base (RAM e memoria interna), ma il presidente di Redmi, Lu Weibing, e il CEO di Xiaomi, Lei Jun, potrebbero averci dato degli indizi a riguardo. I due avevano infatti chiesto direttamente ai fan cosa si aspettavano da Redmi Note 7 Pro. Un fan su Weibo ha risposto che la società avrebbe dovuto prendere in considerazione di saltare la configurazione da 3 GB + 32 GB per lanciare direttamente le varianti 6 GB + 64 GB e 6 GB + 128 GB.

LEGGI ANCHE: Redmi Note 7, la recensione

A rispondergli indirettamente è stato il CEO di Xiaomi, ricondividendo l’affermazione del fan che gli suggeriva i tagli di memoria con cui partire. Inoltre sempre il CEO di Xiaomi qualche settimana fa tramite un sondaggio aveva chiesto agli utenti quali erano le loro configurazioni preferite del Redmi Note 7. E ovviamente la variante 3GB/32GB è quella che ha ricevuto meno voti; le due che hanno ricevuto più voti, altrettanto ovviamente, sono proprio quelle con 6 GB di RAM.

Via: GizmochinaFonte: Weibo