Copiare o condividere link potrebbe essere molto più comodo con la nuova funzione in test su Chrome

Vezio Ceniccola

Continuano ancora le sperimentazioni per la nuova interfaccia di Google Chrome, quella che in precedenza era nota come Duplex e da qualche mese è stata ridefinita Duet. La novità più recente è riferita ad una funzionalità della barra di ricerca superiore, la omnibox, che ora funziona in maniera leggermente differente quando si preme il pulsante di ricerca inferiore. Ma andiamo con ordine.

La funzionalità si può attivare tramite un apposito flag sulle versioni sperimentali Chrome Dev e Canary. Per farlo, basta copiare ed incollare la seguente stringa di testo nella barra degli indirizzi del browser:

chrome://flags/#enable-search-ready-omnibox

Una volta fatto questo, quando andrete a premere sull’icona con la lente d’ingrandimento sulla barra inferiore, il focus della schermata si sposterà direttamente sulla omnibox superiore e potrete iniziare a digitare le parole da cercare.

Il cambiamento sta proprio in questo meccanismo. Sinora, una volta premuto il pulsante, l’indirizzo web dell’attuale pagina veniva automaticamente evidenziato in blu, in modo che si potesse cancellare alla pressione di un qualsiasi carattere sulla tastiera. Adesso, invece, il campo di ricerca appare completamente vuoto, mentre l’indirizzo della pagina in cui ci troviamo appare subito in basso rispetto alla barra, con due o tre pulsanti a destra per copiare, condividere o modificare il link.

LEGGI ANCHE: WhatsApp Web introduce il picture-in-picture

Si tratta, dunque, di una modifica piccola e poco evidente, ma potrebbe essere molto comoda una volta fatta l’abitudine. In ogni caso, ribadiamo che si tratta di una funzionalità in test su Dev e Canary e che, al momento, non risulta disponibile per tutti. Non sappiamo se prima o poi sarà innestata anche sulla versione stabile, per questo bisognerà attendere i prossimi sviluppi da parte di Google.

Qui in basso trovate un’immagine che mostra in maniera intuitiva il compartamento tra la vecchia (a sinistra) e l’attuale funzione (a destra) di ricerca.

Via: Android Police