Digital Wellbeing con tema scuro e disponibile per tutti i dispositivi Android: ActionDash è questo e molto altro! (foto)

Edoardo Carlo Ceretti Dal creatore di Action Launcher arriva la soluzione perfetta per tutti coloro che desiderano provare Digital Wellbeing di Google, ma non possiedono uno smartphone compatibile. Ma anche per chi utilizza già il servizio, ci sono tante chicche interessanti.

Android Pie non ha stravolto la già solida esperienza utente assicurata da Android Oreo, ma si è occupato di affinare ulteriormente le peculiarità di un sistema operativo ormai maturo. Una delle vere novità portate dall’ultima versione del robottino verde è Digital Wellbeing (Benessere Digitale in italiano), un’app integrata nei Google Pixel, negli smartphone Android One (aggiornati a Pie) e in pochi altri dispositivi, finalizzata a mostrare agli utenti un riassunto dell’utilizzo quotidiano del proprio smartphone, con tanto di numero di sblocchi, notifiche ricevute e minutaggio d’uso delle app, al fine di far prendere coscienza di eventuali abusi e problemi di dipendenza.

Un’iniziativa lodevole, che tuttavia risulta al momento limitata dalla scarsa diffusione di Android Pie che, come da tradizione del robottino verde, impiegherà molti mesi per prendere piede su larga scala. Ora però si è era disponibile un’alternativa rivolta non soltanto a chi possiede uno smartphone con una versione di Android datata (da Lollipop 5.0 in su), ma anche a chi ha notato alcuni limiti nel Digital Wellbeing di Google ed è interessato ad espanderne le potenzialità.

LEGGI ANCHE: Android Q promette faville

Si tratta di ActionDash, la nuova app sviluppata da Chris Lacy, il celebre creatore di Action Launcher. L’app deve ovviamente molto a Digital Wellbeing, ma è in grado di attingerne i punti di forza sviluppandone le potenzialità inespresse. ActionDash vi permette infatti di avere sotto controllo una mole di dati maggiore, relativi anche alle app di sistema, alle sessioni di utilizzo del dispositivo, alla media settimanale, oltre a permettervi di personalizzare non soltanto l’interfaccia – è disponibile il tema scuro, ad esempio – ma anche l’orario in cui deve partire il conteggio giornaliero, le notifiche da ricevere sui dati di utilizzo e altro ancora. Il tutto nel rispetto della privacy, con la promessa esplicita che tutti i dati raccolti non lasceranno mai il vostro smartphone.

Come vi aspettereste, l’app si integra alla perfezione con Action Launcher, ma non è un requisito per poterla utilizzare. Inoltre – come accennato – il vero punto di forza è rappresentato dalla possibilità di utilizzare ActionDash su qualsiasi dispositivo Android aggiornato almeno a Lollipop. Se dunque voleste dare una possibilità ad ActionDash e provarla sul vostro dispositivo, potete scaricarla gratuitamente dal Play Store, tramite il link rapido che trovate qui sotto, mentre qui potete consultare le FAQ relative all’app.

Fonte: Blog Action Launcher