Hey Google, che crescita nel 2018!

Roberto Artigiani Circa un miliardo di installazioni, compatibile con più di 10.000 dispositivi, smart, disponibile in 80 paesi e 30 lingue...

Il 2018 è stato un grande anno per l’assistente intelligente di Mountain View, lo dicono chiaramente le cifre pubblicate da Google stessa per ripercorrere l’anno appena finito. Oltre ad aver subito una rivisitazione estetica Google Assistant è arrivato ad essere installato su circa un miliardo di dispositivi in tutto il mondo. Una bella crescita se si considera che lo scorso maggio erano “solo” 500 milioni.

Assistant non solo è stato reso disponibile in 80 paesi arrivando a parlare 30 lingue, ma ha aggiunto anche elementi di conversazione naturale e la possibilità di comprendere più lingue contemporaneamente. Giorno dopo giorno la creatura di Google sta diventando sempre più il palcoscenico su cui viene mostrata la potenza dell’IA sviluppata dai suoi ingegneri.

LEGGI ANCHE: Confronto Galaxy S10 vs. S8, S9+, Note 9 e Oppo Find X

Ci riferiamo alla tecnologia Duplex, ancora disponibile solo per alcuni stati americani, ma già in grado di stupire con la sua capacità di prenotare un tavolo al ristorante via telefono sembrando un essere umano. Google Assistant ha acquisito negli ultimi mesi anche 8 nuove voci (comprese quelle con accento britannico e australiano) e presto altre se ne aggiungeranno altre grazie all’avanzamento dell’IA.

Per il resto ci sono numeri da capogiro sulla quantità di servizi erogati che spaziano dall’invio di messaggi, alle ricette culinarie, riproduzione di musica, prenotazioni di taxi o biglietti per il cinema, pagamenti tramite l’integrazione con Google Pay, routine, note, ecc. Insomma Google Assistant si candida ufficialmente a maggiordomo smart al servizio delle nostre esigenze. Anche se per ora ci basterebbe che molte delle sue capacità arrivassero nel nostro paese.

Fonte: Google