Huawei Mate 30 Pro potrebbe avere una penta-cam posteriore (aggiornato: OnLeaks smentisce)

Vezio Ceniccola -

Il nuovo Nokia 9 non sarà il solo smartphone dotato di 5 fotocamere posteriori del 2019. Anche altri produttori si stanno già attrezzando per moltiplicare i sensori sulla scocca e tra questi non poteva certo mancare Huawei, che sembra avere idee innovative per il prossimo Huawei Mate 30 Pro.

L’azienda cinese di recente ha registrato un nuovo brevetto presso il CNIPA (China National Intellectual Property Administration), relativo ad una particolare cover protettiva con un largo foro sul retro, molto probabilmente destinata proprio al Mate 30 Pro. Le dimensioni di questo alloggiamento sono molto più ampie di quelle necessarie per accogliere il comparto fotocamera di Mate 20 Pro, di forma quadrata, dunque questo fa pensare che per il prossimo top gamma ci sarà qualche ottica aggiuntiva.

Come mostrano i render realizzati dal sito Mobiel Kopen, raccolti nella galleria a fine articolo, il foro sulla cover di Mate 30 Pro sarebbe di forma rettangolare, grande abbastanza per alloggiare comodamente 5 ottiche e un flash LED. Si tratterebbe quindi di un comparto fotografico penta-cam, in grado di fornire ancora più possibilità creative all’utente.

LEGGI ANCHE: Il marchio Redmi si mette in proprio e punta in alto

Usando la solita prudenza, sempre necessaria quando si parla di notizie non ufficiali, possiamo affermare che la scelta di una penta-cam non ci sorprenderebbe troppo. Huawei ha già dimostrato di fare sul serio con la qualità fotografica, ponendo i precedenti P20 Pro e Mate 20 Pro ai vertici delle classifiche mondiali per quanto riguarda la bellezza degli scatti.

Per scoprire se il nuovo Huawei Mate 30 Pro potrà vantare realmente 5 fotocamere posteriori dovremo, però, attendere ancora a lungo: la presentazione dei dispositivi di serie Mate è tradizionalmente fissata in autunno, dunque ci attendono tanti mesi di rumor e leak prima dell’ufficialità.

Aggiornamento03-01-2018 ore 17:20

Sulla questione è intervenuto anche il leaker OnLeaks, che ha smentito categoricamente i rumor sulle 5 fotocamere per Huawei Mate 30 Pro. A riprova delle sue parole, ha mostrato la data di richiesta del brevetto di cui abbiamo parlato, che risale a giugno 2018, affermando che si tratterebbe semplicemente di una cover ufficiale per Huawei Mate 20 e non di un nuovo prodotto per uno smartphone futuro.

La forma a rettangolo del buco posteriore sarebbe dovuta alla necessità di lasciare spazio al sensore per le impronte digitali, che per la versione non Pro di Mate 20 si trova sul retro, subito sotto il quadrato con le tre ottiche. Da qui si spiega la confusione generata dalle immagini, che non chiarivano perfettamente la forma così particolare.

A questo punto, prendendo per buone le parole di OnLeaks, la nuova cover non sembra aver niente a che fare con Mate 30 Pro, anche se per la questione della penta-cam potrebbe non esser detta l’ultima parola. Huawei potrebbe comunque farci un pensierino nel corso dei prossimi mesi, magari facendosi ispirare dagli altri concorrenti.

Via: LetsGoDigitalFonte: Mobiel Kopen