QuickPic è sparita dal Play Store e anche stavolta c’entra Cheetah Mobile

Vezio Ceniccola

La brutta vicenda relativa al possibile sistema fraudolento escogitato da Cheetah Mobile sta pian piano coinvolgendo sempre più servizi, allargandosi a macchia d’olio. L’ultima vittima delle accuse rivolte alla società cinese è un’app ben conosciuta dagli utenti Android più nostalgici, che già da qualche giorno è scomparsa improvvisamente dal Play Store: stiamo parlando di QuickPic, una delle app galleria più famose fino a qualche anno fa.

Il servizio, noto per la sua leggerezza e semplicità, era stato molto amata dalla community di Android, fino all’acquisizione da parte di Cheetah Mobile. Da allora, l’app si era evoluta in una dimensione diversa, perdendo presto il consenso di molti utenti, fino a giungere allo strano caso avvenuto negli ultimi giorni, quando è letteralmente sparita dallo store di Google senza apparente motivo.

Al momento, infatti, non è chiaro se sia stata ritirata per precauzione dalla stessa Cheetah Mobile o, peggio, sia stata rimossa direttamente da Google per il mancato rispetto delle politiche del Play Store, come già accaduto per altre app della società cinese.

LEGGI ANCHE: Tutte le novità sulla vicenda Cheetah Mobile

In entrambi i casi, in questo momento QuickPic non risulta più rintracciabile sul Play Store e non può più essere scaricata. Ricordiamo comunque che, in caso l’aveste installata sul vostro dispositivo in precedenza, l’app risulta comunque esistente sul Play Store e si può trovare nella raccolta delle app installate tramite il proprio account Google.

Via: Android Police
Cheetah Mobile