Google spinge sull’implementazione delle eSIM nei dispositivi Android

Roberto Artigiani

Le eSIM sono una tecnologia ormai consolidata (potete leggere il nostro articolo in merito), tuttavia è impossibile non ammettere che la loro diffusione è tuttora piuttosto limitata. Finora Apple e Google sono state le aziende che ha creduto più di tutti nella bontà di questa soluzione che punta ad innovare il nostro rapporto con i provider telefonici, ma sono rimaste casi isolati. Forse però le cose stanno per cambiare, almeno nel mondo Android.

Con un post sul suo blog ufficiale Google infatti ha dichiarato di voler creare un programma per consentire ai produttori di implementare le eSIM nei dispositivi Android. È facile vedere come una tale dichiarazioni di intenti potrebbe contribuire in maniera determinante alla loro affermazione, creando le basi per una diffusione a macchia d’olio in tutto l’ecosistema del robottino verde dagli smartphone agli smartwatch passando per tablet e Chromebook.

LEGGI ANCHE: Drop test per iPhone XR e Pixel 3

Tuttavia gli operatori telefonici che supportano le eSIM continuano ad essere limitati. Se vi trovate negli Stati Uniti potete rivolgervi a Google Fi, ma nel resto del mondo non ci sono molte opzioni. Presto però dovrebbero arrivare nuovi operatori e Google stessa fa sapere che si aggiungeranno alla lista Deutsche Telekom e Vodafone in Germania, Sprint negli USA, EE nel Regno Unito, Airtel e Reliance Jio in India.

Fonte: Google
Apple