Android Auto rinnova il player musicale e mostra l’anteprima dei messaggi (foto e download apk) (aggiornato)

Vezio Ceniccola -

L’app di Android Auto ha ricevuto un nuovo aggiornamento in questi giorni, arrivando alla versione 3.8. Questa volta, oltre alle solite ottimizzazioni sparse, ci sono anche due novità molto interessanti di cui parlare, e non mancano nemmeno i piccoli indizi sugli sviluppi futuri.

Le due funzioni aggiunte grazie a questa nuova versione sono relativi ai messaggi e alla riproduzione musicale, entrambi rinnovati. Nelle impostazioni del servizio è ora possibile attivare la visualizzazione dell’anteprima dei messaggi: quando riceviamo un nuovo messaggio, anche in versione MMS o RCS, una piccola notifica compare nella parte alta dello schermo dell’auto e mostra il mittente e le prime parole del testo ricevuto. L’anteprima dei messaggi compare solo quando il veicolo è fermo, per evitare problemi di distrazione durante la guida.

Più netto il rinnovamento del player musicale, soprattutto per quanto riguarda i menu di navigazione. Ora l’interfaccia appare più scura, la barra di ricerca appare in alto sulla schermata, le cover dei dischi sono più grandi e ci sono tante altre piccole modifiche in molte sezioni.

Inoltre, da adesso è possibile cercare un genere o un artista direttamente tramite i controlli vocali di Google Assistant, visualizzando risultati meglio organizzati direttamente su schermo.

LEGGI ANCHE: Le Storie di YouTube sono disponibili in Italia

Per quanto riguarda le novità in arrivo in futuro, sembra che gli sviluppatori siano al lavoro sul supporto ai messaggi con foto e al collegamento di tastiere e periferiche esterne, anche se al momento non si conoscono ulteriori dettagli a riguardo.

Se volete provare la nuova versione 3.8 di Android Auto sul vostro dispositivo, trovate di seguito i link per il download gratuito.

Aggiornamento30-11-2018 ore 10:40

Abbiamo aggiornato l’articolo con ulteriori informazioni sulle nuove funzionalità di questa versione di Android Auto, rilasciate ufficialmente da Google.

Via: Android PoliceFonte: Google