LineageOS 16.0 basata su Android Pie è ormai agli ultimi ritocchi prima del grande lancio

Edoardo Carlo Ceretti

Il team di sviluppo di LineageOS – la più celebre delle custom rom Android, erede della storica CyanogenMOD – ha rilasciato il primo changelog ufficiale da settembre a questa parte, illustrando le novità finalizzate in questo ultimo periodo, ma soprattutto i progressi nello sviluppo dell’attesissima LineageOS 16.0, basata su Android 9.0 Pie.

I più attenti di voi al mondo del modding avranno infatti notato un rallentamento, nelle ultime settimane, dello sviluppo delle versioni 14.1 e 15.1 della LineageOS. Ciò è stato dovuto all’intensificazione dei lavori per la futura versione 16.0, che attualmente si trova già ad un ottimo stadio di avanzamento, con le principali funzionalità LineageOS già implementate nel codice. Occorrerà tuttavia ancora un po’ di tempo per consentire anche ai dispositivi più datati di funzionare al meglio con la nuova versione, dunque al momento non sono state ancora comunicate le tempistiche di rilascio.

LEGGI ANCHE: 30 dispositivi perdono il supporto di Lineage OS: ecco quali

I membri del progetto informano anche di novità relative all’accesso ad una root shell tramite comandi ADB, dei miglioramenti al sito web ufficiale e dei risultati del secondo sondaggio estivo. Per approfondire tutte le novità, vi rimandiamo al blog ufficiale, mentre qui sotto vi riportiamo il Changelog 21 relativo alle versioni 14.1 e 15.1.

  • Updated timezone data to 2018g on both 14.1 and 15.1 branches. This was done to reflect changes made in some countries regarding time zones.
  • More countries have been enabled for call recording. Remember that even if this feature is enabled, you are responsible for complying with your local laws regarding call recording.
  • The system profile tile is back on 15.1
  • Added support for AC3 audio tracks in matroska (.mkv) video files.
  • Chromium webview has been updated to version 69.0.3497.109 on both 15.1 and 14.1.
  • November security patches have been merged in 15.1.
  • October security patches have been merged in both 15.1 and 14.1 branches.
  • Fixed an issue where root could be enabled from ADB.