La fotocamera degli Xperia non teme lo sblocco del bootloader: basta Android Pie (o quasi) (video)

Vincenzo Ronca -

Vi riportiamo buone notizie per tutti i possessori di smartphone Sony Xperia che sono appassionati di modding. Sembra che dopo l’aggiornamento ad Android Pie lo sblocco del bootloader non abbia più tutti gli effetti dannosi sul comparto fotografico verificatisi in precedenza.

I dispositivi Xperia presentano una specifica partizione denominata “trim-area” (TA) che ha lo scopo di contenere le chiavi DRM, delle quali abbiamo parlato in questo articolo. Sbloccare il bootloader di questi smartphone causa la rimozione completa della partizione TA e di conseguenza delle chiavi DRM: la conseguenza più visibile e negativa consiste nell’impossibilità di usare le feature audio e video proprietarie dell’azienda nipponica.

LEGGI ANCHE: tutte le offerte del Black Friday

Nello specifico, non funzioneranno: regolazione dei profili colore, bilanciamento del bianco, X-Reality Video Enhancement, DSEE HX, ClearAudio+ ed il supporto a Widevine L1. L’aggiornamento ad Android Pie rilasciato da Sony sembra non implicare queste problematiche: nel video riportato in basso potete vedere la fotocamera di un Xperia XZ Premium aggiornato a Pie funzionare quasi perfettamente anche dopo lo sblocco del bootloader.

Alcune funzionalità continueranno ad essere compromesse dopo lo sblocco, ma nel complesso l’app Fotocamera ufficiale funziona bene. Non è probabile che Sony abbia introdotto questa novità per errore, non ci sono ragioni per limitare l’accesso a tutte le caratteristiche software della fotocamera a chi sblocca il bootloader del proprio smartphone Xperia.

Via: XDA