Anche Huawei sta pensando ad un notch a isola nel display, ma lo scopo non è quello che immaginate (foto)

Edoardo Carlo Ceretti Il gigante cinese ha brevettato un'altra soluzione che possa mandare in soffitta gli antiestetici notch stile iPhone X.

Dopo aver a lungo preso in giro Apple e il notch di iPhone X, anche Samsung sembra intenzionata a piegarsi alla necessità di inserire una tacca nel display dei suoi futuri smartphone, per quanto molto diversa nello stile rispetto alla soluzione elaborata dagli arci rivali di Cupertino. Il terzo incomodo del settore smartphone, ossia Huawei, non ha però intenzione di rimanere con le mani in mano, ma anzi sta sondando diverse strade alternative per risolvere il problema del notch, mai digerito da gran parte degli utenti.

Se Samsung sta pensando ad un notch a O, Huawei ha brevettato una soluzione simile nel concetto, ma diversa nello scopo e nella forma. Si tratta infatti sempre di un notch che potremmo definire a isola, ovvero un buco nel display non integrato nelle cornici, ma la prima differenza che salta all’occhio è la forma, non più circolare, ma molto stretta ed allungata. Vien da sé che anche la sua funzione sarebbe molto diversa.

LEGGI ANCHE: Huawei Mate 20 Pro, la recensione

Il notch a O di Samsung è infatti pensato per consentire l’alloggiamento della fotocamera frontale, mentre quello di Huawei sembra finalizzato all’integrazione della capsula auricolare (e/o dello speaker frontale). Una soluzione curiosa che, tuttavia, lascia grossi interrogativi sul posizionamento della fotocamera frontale, visto il display completamente borderless. È dunque improbabile che Huawei possa mettere davvero in atto quanto immaginato nel brevetto, ma una cosa sembra chiara: se il 2018 è stato l’anno dell’uniformità al notch stile iPhone X, nel 2019 vedremo molti approcci creativi alternativi. O almeno ce lo auguriamo.

Via: Mobielkopen, Phone Arena
brevetti