Il nuovo SoC di Galaxy S10 punterà forte sull’intelligenza artificiale e a giovarne saranno soprattutto le foto

Edoardo Carlo Ceretti -

L’intelligenza artificiale è ormai da tempo sulla cresta dell’onda nel settore mobile, con i principali produttori a fare a gara nell’offrire funzionalità smart che ne facciano uso. Apple e Huawei, con la loro nuova generazione di SoC a 7 nm, hanno premuto ulteriormente sull’acceleratore, ma anche Google non è stata da meno con i suoi nuovi Pixel 3. Samsung da questo punto di vista è ancora un gradino sotto, ma state sicuri che presto la musica cambierà.

Non è un segreto infatti che il prossimo smartphone top di gamma del colosso coreano, ossia Galaxy S10, anticiperà la tabella di marcia dei suoi predecessori, svelandosi al mondo intero probabilmente già ad inizio gennaio. E dalle nostre parti, la gamma S10 sarà animata dal SoC Exynos 9820, che con l’A12 Bionic e il Kirin 980 non condividerà soltanto il processo costruttivo a 7 nm, ma anche una ancora più spiccata propensione all’intelligenza artificiale.

LEGGI ANCHE: Huawei Mate 20 Pro, la recensione

Secondo alcune indiscrezioni, il co-processore per le reti neurali avrà due core e migliorerà di molto il riconoscimento vocale, il machine learning avanzato e il riconoscimento delle immagini. Proprio in ambito fotografico gli utenti potrebbero cogliere i miglioramenti più tangibili, con l’intelligenza artificiale che sarà capace di esaltare i vostri scatti e tirare fuori immagini utilizzabili anche da foto che, senza alcun intervento, sarebbero da scartare a causa di sottoesposizione, colori troppo smorti e soggetti sfocati.

Via: Phone ArenaFonte: ETNews