Huawei potrebbe non pubblicare i punteggi DxOMark della serie Mate 20 per non auto-cannibalizzarsi

Nicola Ligas - Ma sarĂ  vero?

Durante un recente evento tenutosi in Cina in occasione del lancio di Mate 20 e Mate 20 Pro, Huawei avrebbe confermato di non avere alcun desiderio di vedere pubblicati su DxOMark i punteggi dei suoi nuovi top di gamma, e questo semplicemente perché sarebbero punteggi troppo elevati.

L’azienda siede già sul trono di detta classifica, grazie a P20 Pro, che con i suoi 109 punti è ancora imbattuto da 7 mesi a questa parte. Inutile quindi auto-cannibalizzarsi, monopolizzando magari tutto il podio, ma svalutando al contempo la serie P20. O almeno questo sarebbe il ragionamento fatto da Huawei.

In realtà non siamo affatto convinti della validità di questo report apparso su alcuni media cinesi, che puntualmente ha fatto il giro del mondo. Che il modello successivo superi il precedente è quasi fisiologico; semmai Huawei avrebbe dovuto “vergognarsi” se il punteggio dei Mate 20 fosse stato inferiore a quello dei P20. Ed avere più di uno smartphone al vertice della classifica non sarebbe altro che motivo di lustro per l’azienda.

Se poi P20 Pro venisse scalzato dai Pixel 3, gli unici che ormai potrebbero forse riuscirci, allora crollerebbe ogni possibile giustificazione. In un modo o nell’altro insomma, siamo piuttosto convinti che i Mate 20 faranno il loro ingresso nella classifica di DxOMark, prima o poi.

Via: GizmoChina
DxOMarkHuawei P20 Pro