Tre Galaxy S10 ed uno smartphone pieghevole: sarà un inizio 2019 scoppiettante, anche secondo Bloomberg

Nicola Ligas -

Un nuovo report di Bloomberg dà vigore a dei rumor che avevamo già riportato in passato, circa Galaxy S10 ed il primo smartphone (o tablet?) pieghevole Samsung. S10 ed S10+ saranno dotati entrambi di schermi AMOLED curvi con lettore di impronte sotto lo schermo; Bloomberg specifica anche che questi schermi saranno borderless, ovvero praticamente senza cornici sopra e sotto. Gli smartphone avranno anche tre fotocamere sul retro, mentre quella frontale sarà “visibile e nascosta sotto lo schermo”. Se abbiamo interpretato correttamente il significato di questa frase, anche in base ad altri recenti rumor, dovrebbe essere una sorta di puntino visibile, ma non separato dallo schermo come negli odierni notch, bensì una sorta di buco; più o meno come nell’immagine in apertura.

Bloomberg parla anche di prototipi senza jack audio, altra ipotesi già affacciatasi in precedenza, ma per ora non dovremmo correre rischi e Galaxy S10 avrà (molto probabilmente) l’agognato ingresso per le cuffie.

Il terzo Galaxy S10 dovrebbe essere la variante economica, quella a cui crediamo meno, dato che negli ultimi anni non ce ne sono mai state. Magari avrà completamente un altro nome, ma difficilmente sarà dotata degli stessi elementi distintivi dei modelli top, come quelli che abbiamo appena descritto qui sopra.

Ci sarebbe poi in realtà un quarto Galaxy S10, ovvero la variante 5G, che Samsung potrebbe portare negli USA con Verizon. In ogni caso il suo lancio è condizionato da vari fattori, che al momento non sono predicibili, quindi è difficile fare ipotesi credibili.

Il prossimo anno debutterà anche lo smartphone più atteso di sempre, ovvero quello pieghevole. Nome in codice “Winner”, Samsung starebbe ancora decidendo se farlo piegare lungo la verticale, come nell’animazione qui sopra, o in orizzontale, il che in effetti è strano, considerando che già il prossimo mese lo smartphone dovrebbe essere mostrato alla developer conference dell’azienda. Parliamo però di un modello la cui gestazione è durata anni, quindi niente ci stupisce più, a questo punto. Sembra inoltre che l’azienda coreana e Google stiano sviluppando assieme una speciale versione di Android, la cui interfaccia finale dipenderà da quale dei due design verrà scelto.

Niente lettore di impronte sotto al display per lui, ma in compenso lo schermo dovrebbe misurare circa 4” da piegato e 7” da aperto, un po’ come mostrato dal vecchio concept del 2014 riproposto qui su. Le domande su un tipo di “smartphone” (ammesso di poterlo chiamare così) del genere sono tantissime, e starà a Samsung mostrare qualcosa che possa davvero avere un senso e che non sia un mero esercizio di stile.

In ogni caso, il 2019 sarà un anno molto importante per Samsung Mobile, e siamo già curiosi di raccoglierne i frutti.

Via: The Verge