Razer Phone 2 abbandona il retro metallico in favore del vetro: pagherà dazio nel test di resistenza? (video)

Edoardo Carlo Ceretti

A distanza di 11 mesi dalle torture sopportate da Razer Phone, tocca al suo successore finire tra le grinfie di Zack, del canale YouTube JerryRigEverything. Il design complessivo non ha subito rivoluzioni rispetto ad un anno fa, ma ci sono comunque importanti novità sul retro del dispositivo, su tutte l’adozione di un pannello in vetro al posto della scocca unibody metallica. Sarà il tallone di Achille di Razer Phone 2?

Il test procede come di consueto, con la prima fase dedicata al vetro a protezione del display, che mostra la stessa resistenza ai graffi di tutti gli altri smartphone top di gamma odierni. Gli altoparlanti stereo frontali sono protetti da una griglia in plastica, che potrebbe prestare il fianco ad un deterioramento più rapido rispetto ad altri materiali. La cornice e i tasti fisici sono invece costruiti con un robusto metallo, mentre il lettore di impronte laterale, nonostante si graffi n, non perde di efficienza. Niente male.

LEGGI ANCHE: I Razer Phone ora hanno più di 100 giochi per sfruttare il display a 120 Hz

Il posteriore dicevamo, è interamente ricoperto da un pannello in vetro, che ha la stessa resistenza ai graffi di quello a protezione del display. Sotto di esso trova posto il tamarrissimo logo di Razer, impreziosito dai LED RGB personalizzabili via software. La prova del fuoco dimostra come i pixel si spengano se sottoposti ad un calore intenso, ma si riprendano subito dopo. Infine, l’attesissimo bend test: nonostante l’apparente fragilità, la struttura di Razer Phone dà prova della sua solidità, non mostrando alcun segno di cedimento. Una prova superata brillantemente, che vi farà dormire sonni tranquilli se deciderete di acquistare il nuovo gioiello di casa Razer.