Queste sarebbero le specifiche finali di OnePlus 6T, oltre ad alcune funzionalità. Si, una modifica la abbiamo (foto)

Matteo Bottin -

Se vi siete impressi nella memoria le specifiche trapelate finora di OnePlus 6T, beh, dovrete fare lo sforzo di modificarne qualcuna. La fonte che ci fornisce le ultime specifiche è Ishan Agarwal, ragazzo che abbiamo già sentito riguardo i prezzi di 6T e che ultimamente sta sfornando leak molto affidabili.

Le sorprese sono poche, ma interessanti. Ecco quelle che, secondo Ishan, sono le specifiche finali:

  • Schermo: 6,4” Optic AMOLED full HD+ (1.080 x 2.340 pixel) in 19,5:9, con Corning Gorilla Glass 6 e lettore d’impronte
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 845
  • GPU: Adreno 630
  • RAM: 6 / 8 GB LPDDR4X (nel documento è indicata solo la versione da 8 GB, ma probabilmente riguarda una singola versione)
  • Memoria interna: 128 / 256 GB UFS 2.1 (nel documento è indicata solo la versione da 128 GB, ma probabilmente riguarda una singola versione)
  • Fotocamera posteriore: 16 megapixel f/1.7 con OIS + 20 megapixel f/1.7
  • Fotocamera frontale: 20 megapixel f/1.7, Face detection
  • Connettività: dual nano SIM, LTE, Wi-Fi dual-band, Bluetooth 5.0, GPS, NFC, USB 2.0 Type-C 3.1
  • Batteria: 3.700 mAh con quick charge
  • Dimensioni: 157,5 x 74,9 x 8,2 mm
  • Peso: 180 grammi
  • OS: Android 9.0 Pie con OxygenOS

Abbiamo quindi un cambiamento in linea d’arrivo della fotocamera frontale, che passa da 16 megapixel f/2.0 a 20 megapixel f/1.7. Viene specificata la presenza del lettore d’impronte, che ovviamente sarà sotto il display. Tutte le altre specifiche vengono confermate.

Interessanti sono anche le immagini del prodotto che spiegano alcune delle funzionalità. Si parte dal lettore d’impronte sotto al display che permetterà di “sbloccare [il telefono] più rapidamente” grazie al “migliore sensore sul mercato“. Che si siano riusciti ad ottenere risultati comparabili con un lettore d’impronte “tradizionale”?

Si punta poi all’ergonomia del dispositivo, la cui scocca è stata “lavorata al micron” per fare in modo che si tenga molto bene in mano. Inoltre, OnePlus punta molto anche sui bordi sottili, puntando anche sul “notch significativamente più piccolo”. Infine, ovviamente, si parla di prestazioni del dispositivo.

Manca dunque pochissimo alla presentazione di OnePlus 6T, e non ci resta che aspettare per vederlo in azione. Avete apprezzato i “cambiamenti” di specifiche?

Fonte: Twitter