Google Pixel 3: ora potete sbloccare il bootloader ed acquisire i permessi di root con Magisk

Vincenzo Ronca

Gli smartphone di Google, i Nexus prima ed i Pixel poi, sono quelli che per definizione sono aperti al modding e per questo le procedure di sblocco del bootloader ed acquisizione dei permessi di root sono tra le più semplici e veloci. Da oggi sono disponibili anche quelle dedicate alla nuova generazione dei Google Pixel 3.

Grazie al lavoro svolto da XDA, a questo indirizzo potete trovare la guida dettagliata, con screenshot di esempio annessi, per le procedure sopra citate: la prima sezione riguarda lo sblocco del bootloader dei Pixel 3 mediante qualche comando in modalità adb e fastboot; la seconda sezione descrive la procedura per acquisire i permessi di root con Magisk. Vi facciamo notare che lo sblocco del bootloader comporta la rimozione di tutti i dati, anche multimediali e personali, presenti nel device.

LEGGI ANCHE: Google Pixel 3 XL, la recensione

Una volta completate le due procedure, il vostro Pixel 3 sarà completamente aperto al mondo del modding, per il quale trovare numerosi suggerimenti alla terza sezione della guida riportata.

Fonte: XDA
Google Pixel 3 XL

Google Pixel 3 XL

8.7

  • CPU
    octa 2.5 GHz
  • Display
    6,3" QHD+ / 1440 x 2960 px
  • RAM
    4 GB
  • Frontale
    8 Mpx ƒ/1.8
  • Fotocamera
    12,2 Mpx ƒ/1.8
  • Batteria
    3430 mAh
Google Pixel 3

Google Pixel 3

8.8

  • CPU
    octa 2.5 GHz
  • Display
    5,5" FHD+ / 1080 x 2280 px
  • RAM
    4 GB
  • Frontale
    8 Mpx ƒ/1.8
  • Fotocamera
    12,2 Mpx ƒ/1.8
  • Batteria
    2915 mAh