iFixit smonta anche Pixel 3: si ripara male come l’XL, ma soprattutto ha un display di LG! (plot twist)

Nicola Ligas -

Dopo il teardown di Pixel 3 XL, ifixit ha smontato anche il modello più piccolo, per scoprire che dal punto di vista costruttivo, e meglio di “riparabilità”, non ci sono sostanziali differenze col fratello maggiore.

Entrambi collezionano infatti un punteggio di 4 su 10, con esattamente le stesse considerazioni finali (non sarà un errore? – NdR). Tra i fattori positivi abbiamo che le viti presenti sono tutte di tipo standard Torx T3 e che la batteria è fissata con adesivo che si stacca semplicemente tirandolo. Peccato che gli O-ring e gli adesivi usati per l’impermeabilizzazione complichino le riparazioni (anche se rendono lo smartphone più impermeabile). Le note più negative riguardano il display, la cui riparazione richiede il completo smontaggio del telefono, e per poter intervenire su qualsiasi componente bisogna faticosamente scollare il pannello di vetro posteriore.

Ma c’è comunque una sorpresa. Al contrario di Pixel 3 XL, che quest’anno adotto un display prodotto da Samsung, Pixel 3 è rimasto fedele ad LG. In realtà si tratta di un’inversione delle parti, dato che Pixel 2 aveva uno schermo Samsung e Pixel 2 XL uno di LG. Quest’anno, per qualche ragione, si sono scambiati i ruoli.

Pixel 2 XL fu ampiamente criticato, soprattutto inizialmente, per la taratura dei colori; speriamo che Pixel 3 non incorra negli stessi problemi, ma per ora non ci sono avvisaglie in tal senso. Ne riparleremo comunque in sede di recensione.