I Pixel 3 usano un file system creato anni fa da Samsung, che è molto più veloce della media

I Pixel 3 usano un file system creato anni fa da Samsung, che è molto più veloce della media
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Nel lontano 2012, Samsung creò un nuovo file system pensato espressamente per memorie flash, chiamato F2FS. Nel corso del tempo però non è mai stato impiegato più di tanto su dispositivi Android; tra questi annoveriamo Moto X, Nexus 9, OnePlus 3T e pochi altri. Le ragioni del suo scarso successo sono da ricercarsi nei problemi di stabilità da cui era afflitto, ma a quanto pare Google lo ritiene abbastanza maturo da soppiantare l'ext4 presente sui Pixel 2 (e sulla maggioranza degli smartphone Android).

A giudicare da alcuni benchmark preliminari, l'incremento di prestazioni c'è eccome, soprattutto in scrittura, che poi è il punto dolente di tutte le memorie di massa. Inoltre, nel caso lo spazio residuo dovesse scarseggiare, F2FS è meno incline a rallentare il sistema.

Insomma le premesse sembrano buone, anche se per un vero confronto andrebbe preso un Pixel 3 con questo file system ed uno con ext4, ma difficilmente questo confronto avverrà mai, quindi prendiamo per buona la scelta di Google e confidiamo che sia stata la migliore. Tra l'altro, l'azienda adduce anche motivazioni di sicurezza alla base di questa scelta, il che non è mai sbagliato.

Google Pixel 3 XL

Google Pixel 3 XL

  • Display 6,3" QHD+ / 1440 x 2960 PX
  • Fotocamera 12,2 MPX ƒ/1.8
  • Frontale 8 MPX ƒ/1.8
  • CPU octa 2.5 GHz
  • RAM 4 GB
  • Memoria Interna 64 / 128 GB Espandibile
  • Batteria 3430 mAh
  • Android 9.0 Pie
Google Pixel 3

Google Pixel 3

  • Display 5,5" FHD+ / 1080 x 2280 PX
  • Fotocamera 12,2 MPX ƒ/1.8
  • Frontale 8 MPX ƒ/1.8
  • CPU octa 2.5 GHz
  • RAM 4 GB
  • Memoria Interna 64 / 128 GB Espandibile
  • Batteria 2915 mAh
  • Android 9.0 Pie

Commenta