Mobvoi promette che “nei prossimi mesi” potremo avviare Google Fit dalla home dei suoi smartwatch

Nicola Ligas

Se avete visto la nostra prova del nuovo Wear OS, saprete già che con uno swipe dalla destra nella home è ora possibile accedere immediatamente a Google Fit. Questo almeno in teoria, perché sul TicWatch Pro di Mobvoi, sul quale abbiamo provato la nuova versione del sistema operativo, c’era invece l’app per il fitness dell’azienda stessa, e non quella di Google.

Ad essere sinceri non ci è sembrata una cosa tanto grave, perché immaginavamo che ciascun produttore avrebbe personalizzato i propri smartwatch nello stesso modo, anche se dobbiamo ammettere che l’assenza di un’opzione per ridare a Google Fit il posto che gli spetta era quantomeno anomala.

LEGGI ANCHE: Tutto su Mate 20 Pro

A quanto pare molti utenti Mobvoi non hanno infatti gradito questa mossa da parte dell’azienda, e soprattutto proprio il fatto di non poter scegliere quale app utilizzare. Lo screenshot qui sotto (via Reddit) mostra infatti uno scambio di battute avvenuto su Twitter, nel quale Mobvoi si impegna a fornire l’opzione per abilitare Google Fit, ma purtroppo non c’è una data precisa, ed il tutto viene promesso “nei prossimi mesi”.

La replica dell’utente in questione non è poi delle più comprensive, ma ci offre in effetti uno spunto di riflessione. Il bandolo della matassa è infatti poter scegliere di avviare un’app al posto di un’altra, tramite una swipe gesture; app che è già pre-installata nello smartwatch. Quanto mai ci vorrà per fornire un’opzione del genere? (che a degli occhi profani sembra banale) A Mobvoi l’ardua risposta.